La mentalità della “festa”

Espressione e conseguenza dello spirito contemplativo è la concezione del vivere come una grande festa. La vita, il “vivere”, l’esistenza, sono per l’uomo la “festa”. La natura, nella sua varietà e nel suo splendore, è sempre rivestita degli abiti della festa. Bisogna saper entrare e saper
creare la mentalità della festa che non è sinonimo di vanità, di dissipazione o di godimento finalizzato a se stesso.

Occorre saper creare mentalità di festa, far acquisire un ottimismo essenziale basato sulla positività di ogni essere e sulla certezza che Colui che per natura è Amore non può produrre odio e Colui che è Vita non può produrre morte.

Occorre creare mentalità di festa nel vivere tra gli uomini a tutte le latitudini e longitudini; attenti a creare armonia tra gli uomini come proiezione della bontà di Dio.

Mentalità di festa significa:

  • apertura verso tutti senza restrizioni di confini e di razze;
  • superamento delle separazioni e delle divisioni;
  • rinnegamento delle invidie, delle gelosie;
  • opposizione contro le faziosità, gli inganni, i sotterfugi, l’insincerità, le ipocrisie;
  • impegno a sapere mettere tutto in comune, a portare gli uni i pesi degli altri.

© 2016 Vivere In