Urgenza operativa

Per poter annunziare questo nuovo messaggio, in un proclama combinato di vita-parole-opere, è urgente che ci siano degli uomini decisi a:

leggere i segni dei tempi come espressione e rivelazione dell’amore di Dio e della immensa bontà a lui collegate e da lui diffuse in tutto l’universo;

mettersi in posizione di avanguardia (che può essere forza d’urto, segno di contraddizione, animazione di progresso) per accelerare il corso “cristico” della storia;

farsi voce e tempio in una società perennemente rinnovante si e sempre tristemente delusa dal limite del mero orizzonte umano.

Non si può fingere di ignorare o di non sentire il gemito della creazione, l’urlo di dolore di tutti i fratelli che attendono la piena liberazione. Coloro che aderiscono a Vivere In, nel momento in cui le nozioni di tempo e di spazio sono superate, devono cercare di accelerare i tempi per imprimere:

  • una continua ansia di rinnovamento capace di coinvolgere uomini e istituzioni;
  • una urgente necessità di “cointeressamento” e di “responsabilizzazione” di tutti gli uomini nella dinamica di una visione positiva della storia;
  • una maggiore alacrità di opere.

© 2016 Vivere In